INTELLIGENCE POLITICA INTERNAZIONALE

I CRISTIANI DELL’IRAQ DIFESI DA SOLEIMANI

Probabilmente in pochi conoscono le Brigate Babilonesi, brigate cristiane parte delle Unità di Mobilitazione Popolare irachene (di cui fa parte Kata’ib Hezbollah)

Il loro comandante è Ryan Chaldean, che in una recente intervista riguardo al generale Soleimani ha affermato: “lui era al fianco dei cristiani quando invece l’amministrazione americana li aveva abbandonati”.
Chaldean ha affermato che i due martiri, Soleimani e Abu Mahdi al-Muhandis (assassinati dagli americani presso l’aeroporto di Baghdad) hanno contribuito ad armare e addestrare i cristiani iracheni a difendere le loro terre e le loro case.
“Soleimani non ci ha chiesto di fare nulla. Ci ha chiesto una cosa: proteggere i cristiani, proteggere i cristiani, proteggere i musulmani, preservare Ninive e la pianura di Ninive”.
Lo stesso comandante ha anche confermato che il martire Abu Mahdi al-Muhandis “è stato colui che ha costituito le Brigate dei Babilonesi per combattere contro l’Isis per liberare le nostre regioni“, e in seguito è diventata la 50a brigata all’interno delle Unità di Mobilitazione Popolare.
Per quanto riguarda l’inserimento delle Brigate Babilonesi nell’elenco delle sanzioni statunitensi, ha rivelato che questo è avvenuto dopo che tali formazioni avevano rifiutato di ritirarsi dalle Unità di Mobilitazione Popolare e dall’Asse della Resistenza, esprimendo il suo orgoglio di essere oggetto di sanzioni emesse dall’America contro coloro “che portano le armi per difendere la propria terra, gli stessi che proteggono il loro territorio e la componente cristiana”.

Link all’intervista originale in arabo:
Fonte: https://twitter.com/ChaldeanRyan/status/1348015120455241728?s=19

Fonte: ControInformazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: