INTELLIGENCE POLITICA INTERNAZIONALE

I “PACIFICI” DEMOCRATICI

La Cnn: bombardieri Usa in Norvegia, nel mirino Artico e Russia. In 3 settimane arriveranno anche 200 militari dalla base Dyess in Texas. E’ appena iniziata l’amministrazione Biden e già soffiano venti di guerra. Che col “pericoloso” Trump erano sparite

L’aviazione militare Usa dispiegherà bombardieri B-1 in Norvegia per la prima volta, una mossa che manda un chiaro segnale a Mosca che gli Usa opereranno nella regione strategica dell’Artico e difenderanno gli alleati nell’area contro eventuali aggressioni russe. Lo riferisce la Cnn citando fonti del Pentagono. I bombardieri e circa 200 militari della base Dyess in Texas saranno trasferiti alla base di Orland in Norvegia e nel giro di tre settimane cominceranno le missioni nel circolo artico e nello spazio aereo internazionale a nordovest della Russia.

L’emittente americana, citando diversi funzionari della Difesa americana, spiega che “quattro bombardieri B-1 della US Air Force e circa 200 membri del personale della Dyess Air Force in Texas inizieranno nelle prossime tre settimane le missioni nel Circolo Polare Artico e nello spazio aereo internazionale al largo della Russia nordoccidentale”.

La Cnn ricorda che “negli ultimi mesi, il Pentagono ha utilizzato gruppi simili di bombardieri B-52 in Medio Oriente come mezzo per dimostrare la capacità degli Stati Uniti di spostare rapidamente le risorse militari in regioni potenzialmente tese. Queste missioni di bombardieri richiedono settimane per essere pianificate, quindi il dispiegamento in Norvegia e’ in lavorazione da un po’ di tempo, dicono i funzionari”.

“Gli Usa stanno schierando bombardieri B-1 in Norvegia”. La sfida alla Russia: difesa degli alleati e corsa all’Artico
“Gli Usa stanno schierando bombardieri B-1 in Norvegia”. La sfida alla Russia: difesa degli alleati e corsa all’Artico
La decisione di Washington è destinata ad accrescere le tensioni con Mosca, dopo lo scontro sull’arresto di Alexei navalny e le intenzioni della nuova amministrazione Biden che ha annunciato una “linea più dura ed efficace” nei confronti del Cremlino

Dopo lo scontro sull’affare Navalny e le dichiarazioni della nuova amministrazione che ha annunciato una “linea più dura ed efficace” nei confronti del Cremlino, è destinata a crescere ulteriormente la tensione tra Stati Uniti e Russia dopo che Washington ha deciso di schierare i suoi bombardieri B-1 in Norvegia, in una zona molto sensibile per l’influenza di Mosca nei Paesi baltici e nell’Artico.

È la prima volta che Washington opta per un’azione del genere, una mossa che, oltre a difendere gli alleati nell’area, come riporta la Cnn, ha l’obiettivo di far capire a Vladimir Putin che l’esercito americano opererà nella regione artica perché ritenuta strategicamente importante. Citando più funzionari della difesa, la tv americana riferisce che quattro bombardieri B-1 della US Air Force e circa 200 membri del personale della Dyess Air Force in Texas saranno spostati nella base aerea di Orland e che nelle prossime tre settimane inizieranno le missioni nel Circolo Polare Artico e nello spazio aereo internazionale al largo della Russia nordoccidentale.
Gli Stati Uniti, oltre a rinforzare il proprio controllo nell’area, saranno in grado di reagire più rapidamente a una potenziale aggressione russa. Negli ultimi mesi, il Pentagono ha utilizzato dei bombardieri simili ai B-1, i B-52, in Medio Oriente come mezzo per dimostrare la capacità degli Stati Uniti di spostare rapidamente le risorse militari in regioni potenzialmente tese. Si tratta di missioni che richiedono settimane per essere pianificate, il che significa che il dispiegamento in Norvegia è in fase di organizzazione da tempo, spiegano gli stessi funzionari.

Fonti: La Stampa; Tgcom24; Il Fatto Quotidiano

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: