POLITICA INTERNAZIONALE SPY

LA RUSSIA CHE FA PAURA

Perchè i globalisti hanno dichiarato guerra aperta alla Russia di Putin

L’appello fatto dalla Amministrazione Biden sulla “minaccia russa” ai “valori americani” ed il richiamo agli alleati europei a “serrare le file” per contenere l’espansionismo della Russia, riecheggia il clima della guerra fredda. Un fatto è certo: la Russia di Putin costituisce oggi il più grosso ostacolo al Nuovo Ordine Mondiale (NWO). Il presidente russo, Vladimir Putin, ha compreso molto bene che l’avanzata della NATO verso est in Ucraina, Georgia e altri paesi, non è limitata al livello militare ed economico, ma rientra in una campagna di aggressione contro l’integrità dello stato russo per la sua visione antitetica all’ideologia liberista. Putin ha opposto a questa ideologia una propria concezione del mondo con la sua connotazione identitaria, il suo rifiuto del progetto mondialista che nega i valori tradizionali, compresi quelli della Chiesa ortodossa russa.

Tutti valori che in Occidente e in particolare nell’Unione Europea si vogliono sostituire con il relativismo morale. Grazie anche al manifestato sostegno spirituale della Chiesa Ortodossa, Putin ha potuto contrastare la subdola offensiva ideologica scatenata dagli agenti del NWO. Putin ha tenuto a Valdai un discorso pubblico, ove, riferendosi all’Occidente ha testualmente dichiarato: “ci siamo lasciati alle spalle l’ideologia sovietica senza ritorno, ma nello stesso tempo non ci ispiriamo al liberalismo occidentalista. […]. Una neo-barbarie morale bussa alle porte e vuol distruggere le Patrie mediante la depravazione morale, soprattutto la parificazione della famiglia tradizionale e naturale con le coppie omosessuali, la perdita di fede in Dio e la credenza in satana. Occorre difendere i valori naturali e tradizionali. […]. Ogni Stato deve avere forze militari, tecnologiche ed economiche, ma quel che conta soprattutto è la forza morale, intellettuale e spirituale dei suoi cittadini. Il tragico passato dell’Urss è stato dovuto soprattutto alla mancanza di valori morali e spirituali. […]. Bisogna tornare alla mentalità della responsabilità verso sé stessi, verso la società e il diritto; se non sapremo uscire dall’attuale crisi morale e spirituale non ci risolleveremo”. Questo spiega l’aggressività delle forze mondialiste contro il governo di Putin, che legifera a favore della famiglia, contro le unioni omosessuali, per l’incremento della natalità, contro l’aborto e la pornografia libera.

Approfondisci: Il Pensiero Forte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: