SCIENZA & NATURA

E POI TORNÒ EBOLA

La Guinea lancia l’allarme: “In corso epidemia di Ebola”. L’Oms: “Subito invio vaccini”. Registrati alcuni casi anche nella Repubblica democratica del Congo. La Liberia rafforza la vigilanza. Nel triennio 2013 – 2016 l’ultima grave epidemia in Africa che ha causato quasi 12mila vittime in 10 paesi

Crescono le preoccupazioni in Africa per una recrudescenza del virus Ebola. Oggi la Guinea ha lanciato l’allarme: “Siamo di fronte ad una nuova epidemia“. Ieri nel paese sono stati scoperti sette casi confermati e si sono contati tre decessi. Sono le prime vittime della febbre emorragica dal 2016, anno in cui la Guinea sconfisse una terribile epidemia iniziata nel 2013. L’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato che trasporterà quanto prima nel paese vaccini contro la malattia. “Intendiamo consegnare rapidamente gli strumenti necessari per aiutare la Guinea, che ha sviluppato già una grande esperienza”, ha dichiarato in conferenza stampa a Ginevra il professor Alfred George Ki-Zerbo dell’Oms al termine di una riunione con le autorità sanitarie di Conakry.

Casi di Ebola sono stati segnalati ieri anche nella Repubblica democratica del Congo. Al momento sono tre i contagi certificati. L’ultimo è stato scoperto a Butembo, città di oltre un milione di abitanti ed epicentro di un grave focolaio del virus lo scorso giugno, dopo quasi due anni senza casi. Il ministero della Salute congolese ha annunciato la ricomparsa della malattia il 7 febbraio, dopo la morte di una donna che aveva contratto il virus. La vittima era la moglie di un sopravvissuto alla precedente epidemia di Ebola. Nel paese sono arrivate 1.200 dosi di vaccino e gli operatori sanitari che stanno formando il personale per la somministrazione delle dosi e il tracciamento. Una nuova epidemia sarebbe la dodicesima in Repubblica democratica del Congo da quando il virus è stato scoperto per la prima volta nel 1976 vicino al fiume Ebola.

Approfondisci: Il Fatto Quotidiano

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: