CLIMA

Temperature da record in Alaska, +3,6 gradi sopra la norma

Anche dicembre, come novembre, si attesta un mese caldo per l’Artico

Écaldo record in Alaska: nella città di Utqiagvik, all’estremità settentrionale del Paese, lo scorso lunedì la colonnina di mercurio ha toccato temperature 3,6 gradi sopra la norma, “il terzo giorno di dicembre registrato con una temperatura elevata sopra lo zero“. Si tratta della temperatura più calda mai osservata tra i mesi di novembre e marzo, una prova degli effetti del cambiamento climatico anche nelle zone più remote del pianeta.

«Per una stazione con oltre 100 anni di osservazione, battere un record mensile di 6F e un record stagionale di 4F è molto significativo», ha commentato Rick Thoman, scienziato del clima in Alaska.

Le temperature atipiche hanno riguardato tutto l’Artico: come riporta il sito Web Climate Reanalyzer dell’Università del Maine, “le temperature nella regione sono in media di 11,5 gradi (6,4 gradi Celsius) sopra il normale”.

«La straordinaria temperatura è arrivata al termine di un recente periodo caldo e a più di due settimane dall’ultimo tramonto del sole nella città a più di 300 miglia a nord del circolo polare artico. Il sole non sorgerà lì più fino alla fine di gennaio. Nonostante sia precipitata nell’oscurità totale, negli ultimi giorni la città e gran parte dell’Artico hanno avuto un’aria insolitamente mite – si legge sul Post. – Parte del calore in tutta la regione è riconducibile a una zona di bassa pressione a ovest e alta pressione a sud, cosicché insieme le due pressioni contrapposte hanno attirato aria insolitamente calda verso nord, prima che arrivasse un fronte freddo, riportando le temperature sotto lo zero».

Numeri e record che fanno pensare e, si spera, agire.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: PIXABAY

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: