INCHIESTE

I disastri ambientali sono costati 165 miliardi di dollari agli Usa

Il dato è riferito al 2022 ed è il terzo più alto della storia dopo il 2005, anno dell’uragano Katrina, e il 2017 con gli uragani Harvey e Irma

Idisastri meteorologici che hanno colpito gli Stati Uniti nel 2022 hanno causato almeno 165 miliardi di dollari di danni. Lo evidenzia un rapporto federale pubblicato martedì, che evidenzia l’effetto amplificatore del cambiamento climatico.

Il dato annuale rappresenta il terzo più alto da quando i dati vengono rilevati dall’Agenzia Nazionale Oceanica e Atmosferica degli Stati Uniti (NOAA), cioè dal 1980.

L’uragano Ian, che ha devastato la Florida a settembre, è stato di gran lunga l’evento più costoso del 2022 e ha causato da solo danni per 112,9 miliardi di dollari.

I due anni con più danni in passato sono stati il 2005 (uragano Katrina) e il 2017 (uragani Harvey e Irma). Per il suo calcolo, il NOAA prende in considerazione la distruzione di edifici, infrastrutture pubbliche (ponti, strade, ecc.), la perdita di reddito per le imprese e le perdite per l’agricoltura, ma non i costi sanitari o altri costi indiretti.

Dopo Ian, il secondo evento più costoso è stata l’ondata di calore e siccità che ha colpito gli Stati Uniti occidentali e centrali, con un conto di oltre 22 miliardi di dollari. In totale, l’anno scorso gli Stati Uniti hanno subito non meno di 18 disastri meteorologici con un costo superiore a 1 miliardo di dollari, il terzo più alto numero di disastri di questo tipo, dopo il 2020 e il 2021.

Questa concentrazione di grandi eventi meteorologici negli ultimi anni indica “una nuova normalità”, ha avvertito la NOAA.

Tra il 1980 e il 2022, il numero annuale di tali disastri è stato in media di otto. Ma se si considerano solo gli ultimi cinque anni, la media sale a 17,8 eventi all’anno. Il cambiamento climatico sta “amplificando la frequenza e l’intensità di alcuni tipi di eventi meteorologici”, ha dichiarato il NOAA, citando la siccità, l’allungamento delle stagioni degli incendi e l’innalzamento del livello del mare che esacerba le inondazioni durante le tempeste.

di: Giulia GUIDI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: